Corigliano d’Otranto “cuore” della Grecìa Salentina

DESCRIZIONE

L’incontro con la guida in Piazza Vittoria, un ampio piazzale alberato dove predominano i lecci e un tempo importante fulcro delle attività cittadine. Da qui ci si sposta davanti Porta Sud, la cosiddetta Caporta, che dà accesso al centro storico di Corigliano, a ridosso del castello. Sulla cornice del portaggio si legge il motto “INVIA INOPIA FA”.

Superata la Caporta si costeggia il fossato del castello fino a raggiungerne il prospetto principale e si rimane senza parole. La struttura fortificata tipicamente cinquecentesca con i quattro torrioni circolari non prepara allo spettacolo della “facciata parlante” del Castello ‘de Monti. Lo scenografico prospetto, realizzato nel 1667 per volontà di Francesco Trane, presenta una balconata abbellita da fregi barocchi e dai busti dei grandi condottieri e dei grandi conquistatori.

Si prosegue per via Navarrino, giungendo in piazza San Nicola. Lì si trova la Torre civica dell’orologio e, in un angolo, Palazzo Comi insieme ad altri esempi di edilizia minore. Su un lato della piazza, facendo pochi passi in Vico Freddo, non si può fare a meno di ammirare l’antichissimo portale noto come Arco Lucchetti, che delimita l’ingresso di un cortile ed è costituito da tre elementi monolitici in pietra leccese. La ricca decorazione del portale, databile 1497, occupa interamente la superficie frontale e quella dell’intradosso dell’arcata, rifacendosi ai modelli medievali.

Ritornando verso Palazzo Comi, si imbocca via Chiesa raggiungendo così la Chiesa Madre di San Nicola Vescovo, edificata nella seconda metà del XVI secolo sulle fondamenta di una preesistente cappella, risalente probabilmente all’anno Mille, e poi ristrutturata nel Seicento. Nel 1878 i fratelli Maselli di un Cutrofiano realizzarono il mosaico pavimentale raffigurante diverse scene bibliche che si snodano lungo l’Albero della Vita, che ricorda il pavimento della Cattedrale di Otranto. La torre campanaria è inserita nelle mura urbane di epoca medievale e in origine fungeva da torre di vedetta una tra le altre che intercalavano la cinta muraria che correva introno a Corigliano facendo da raccordo tra i due portaggi, un tempo uniche vie di accesso al paese. E ai piedi della torre campanaria il walking tour avrà termine.

*Evento riservato ai soci. Non sei ancora socio Morfè? CLICCA QUI per info

FOCUS

Una passeggiata per conoscere uno dei centri della Grecìa Salentina e scoprire la storia del suo gioiello architettonico, il castello ‘de Monti

DURATA

2 (due)

PARTENZA

Piazza Vittoria (angolo Porta Sud – nei pressi del Castello)

ARRIVO

Chiesa di San Nicola

SU RICHIESTA

Quercia vallonea

PUNTI RISTORO

– – –

CONSIGLI

– – –

ITINERARIO