LEUCA

banner Leuca

“…di cui Lucano dice «Parvae moenia Leucae»: credo che venisse così denominata dal bianco colore della nuda roccia su cui si ergeva.” (Antonio Galateo, sec. XVI)

Siamo nel punto più meridionale d’Italia, lì tra Punta Meliso e Punta Ristola si estende la baia di Leuca. Una passeggiata tra fede, natura e arte a partire dal piazzale del Santuario Sancta Maria de Finibus Terrae. Uno sguardo al panorama che toglie il fiato, dove il Mar Ionio incontra l’Adriatico, poi giù per la scalinata che fiancheggia la Cascata Monumentale dell’Acquedotto Pugliese e si prosegue tra i pontili del porto turistico fino al lungomare. Qui si cammina tra le ville in stile eclettico – Villa Episcopo, La Meridiana, Villa Daniele, Villa Mellacqua, per dirne alcune – , residenze estive dei signori della provincia, e l’arenile con le bagnarole. Si può procedere fino alla Torre dell’Omomorto, una delle torri di avvistamento della costiera salentina.

Questo estremo lembo della penisola è molto interessante anche per le grotte e le tante cavità naturali che si susseguono lungo tutto la costa, che in questo tratto è particolarmente alta. Accessibili solo dal mare, si può abbandonare la passeggiata e affidarsi a gente esperte del luogo che accompagnano i visitatori sulle loro imbarcazioni negli anfratti delle coste di Levante e di Ponente: un’esperienza suggestiva, non solo per le grandi sale naturali che ti si aprono di fronte ma anche per le svariate sfumature intense e vibranti che assume l’acqua in un silenzio surreale .

Cenni di storia

Il capo di Leuca è stato nell’antichità uno snodo militare e civile di notevole importanza, trovandosi a metà strada tra Grecia e Sicilia. Dall’Oriente, secondo la tradizione, qui giunse san Pietro nel suo viaggio verso Roma e nacque il noto santuario sulle rovine di un tempio della dea Minerva. Il Santuario, devastato più volte in passata dall’assalto dai Saraceni, è da sempre meta di un gran numero di pellegrini, che un tempo seguivano il cammino della Via Leucadensis.

Sul piazzale domina il bianco faro della Marina Militare costruito sul sito di un’antica torre di vedetta. Ai piedi di una monumentale croce lapidea, la cosiddetta Croce petrina, che ricorderebbe il passaggio di San Pietro, inizia la scalinata che conduce alla colonna romana, opera terminale, insieme alla cascata artificiale, dell’Acquedotto Pugliese.

Verso la fine dell’Ottocento sorge la Marina di Leuca: vicino al litorale, dove c’era solo un villaggio di pescatori, le famiglie della nobiltà e della borghesia salentina scoprono la bellezza di questa baia e vengono costruite una decina di ville che variano dallo stile moresco al liberty, dal neoclassico all’orientale.

Walking Tour a Leuca

it_Leuca

 

 

 

FESTE

Madonna di Leuca: Festeggiamenti patronali con suggestiva processione in mare (15 Agosto)

EVENTI

Ville in festa: aperture al pubblico delle ville nobiliare di Leuca, con eventi culturali collaterali (maggio)
Sapori di mare
: Sagra di piatti tipici marinari sotto la cascata monumentale (9 Agosto)
Sagra del pesce fritto: (18 Agosto)

TIPICITÀ

Specialità di pesce (come la pasta alla pescatora)