Leverano all’ombra della Torre federiciana

ban Leverano

DESCRIZIONE

L’incontro con la guida è nei pressi della Chiesa di Santa Maria delle Grazie, da dove incomincerà il walking tour proprio a partire dal vicino complesso conventuale dei Frati Minori. Le fonti documentarie più antiche rilevano che in origine la chiesa fosse dedicata a San Rocco, patrono di Leverano. La fisionomia originaria dell’edificio è stata modificata nel corso dei secoli: gli elementi tardoromanici oscurati da quelli barocchi; l’interno si presenta a un’unica navata con copertura a capriate e un maestoso arco trionfale che separa l’aula dal presbiterio. Il Convento fu edificato invece sul finire del XVI secolo, caratterizzato da un chiostro con 25 archi ogivali.

Si prosegue per entrare nel centro storico: attraversando Largo Fontana con il Monumento ai Caduti, si raggiunge Piazza Roma con la Torre dell’orologio. Da qui si scorgono le viuzze che si addentrano nel vecchio centro di Leverano e che ancora conservano le tracce dei palazzi cinque-seicenteschi del patriziato locale. In via Veneto tappa d’obbligo per chi si trova in questo paese è la Torre federiciana, che si eleva per circa 28 metri dominando su tutto l’abitato circostante. Fu voluta da Federico II di Svevia nel 1220 per vigilare sui dintorni fino alla costa jonica minacciate dalle incursioni piratesche. Riconosciuta Monumento Nazionale nel 1870 e costruita in tufo e carparo, il suo interno era diviso in quattro ambiente da tre solai lignei, collegati da una scaletta elicoidale.

Ritornando in piazza, si svolta per via Lunga dove, ad angolo, si trova la Chiesa di Santa Maria della Greca, dalla facciata spoglia, ma che conserva un altare barocco d’influenza leccese e tre antiche statue in cartapesta dei Misteri della Passione. Nell’unica navata si apre un matroneo un tempo destinati ai Della Ratta, famiglia padronale residente nel palazzo adiacente all’edificio religioso e che riporta ancora le loro insegne.

Si ripercorrono di nuovo i propri passi e, passando ai piedi della Torre dell’orologio, si imbocca via Greci: già in fondo alla strada si vede il muro perimetrale della Collegiata, la Chiesa Santissima Annunziata. Prendendo un vicolo la si costeggia fino a spostarsi di fronte al prospetto dell’edificio. La costruzione, settecentesca ma realizzata su una preesistente di fine ‘500, è sovrastata da due cupole e all’interno è presente un pregevole coro a 24 stalli e un cielo appeso nasconde il soffitto a capriate.

Dal vicolo di fronte alla Chiesa Matrice, si procede in via Giuseppe Perrone in direzione di via San Cosimo, dove le due vie si incontrano sorge la Chiesa di San Benedetto. Risalirebbe, forse, al periodo bizantino e poi ristrutturata nel 1625; un tempo vi era attiguo un monastero di Benedettine del quale sono rimasti solo l’ingresso e l’atrio. Si riprende via Greci e si raggiunge via Marciano, qui si scorge il profilo della cinquecentesca dimora del medico e letterato Girolamo Marciano, cittadino illustre di Leverano. Il prospetto è consumato dalle intemperie, ma si possono leggere dei motti latini su alcuni architravi, un’eredità del padre di Marciano. Ancora qualche altro passo e il walking tour giungerà a termine in Piazza Roma.

 

*Evento riservato ai soci. Non sei ancora socio Morfè? CLICCA QUI per info

FOCUS

La torre più alta e possente della Terra d’Otranto, i luoghi e le vie di un centro di antica fondazione, raccontati anche attraverso le parole di un illustre studioso del XVI secolo.

DURATA

2 (due)

PARTENZA

spiazzo Chiesa Santa Maria delle Grazie (Via Leuca, angolo Via S.Angelo)

ARRIVO

Piazza Roma

SU RICHIESTA

– – –

PUNTI RISTORO

– – –

CONSIGLI

– – –

ITINERARIO